mercoledì 31 ottobre 2012

Noi che amiamo le tradizioni...



La festa dei morti in Sicilia è una ricorrenza molto sentita. 
Risalente al X secolo, viene celebrata il 2 novembre per commemorare i defunti. 
Si narra che anticamente nella notte tra l'1 ed il 2 novembre i defunti visitassero i cari ancora in vita portando ai bambini dei doni. 
Durante questa festività sulle bancarelle delle tradizionali fiere, ampiamente diffuse in molte parti della Sicilia, ed in particolar modo qui a Catania, si trovano una serie interminabile di dolci , biscotti e dolcetti tipici...

I "crozzi 'i mottu" (ossa di morto, deliziosi biscotti speziati ),  i "pupatelli" o "piparelli" (biscotti secchi ripieni di mandorle tostate e pepe nero), i "taralli" (ciambelle rivestite di glassa zuccherata), i "nucatoli"  e i  "totò"  ( bianchi  i primi velati di zucchero, marroni i secondi velati di polvere di cacao). E ancora, gli  "'nzuddi" (con le mandorle e miele), la frutta secca, la "frutta  martorana" (frutta di marzapane, talmente realistica da sembrare vera), le "rame di Napoli" (particolari biscotti ricoperti di cioccolato fondente o bianco), le "cassatelle" (piccole cassate) , i "biscotti con la liffia" (biscotti ricoperti di glassa di zucchero), le "paste di mandorla" ... insomma dolci di ogni genere e foggia!!!!! 
Da imbarazzo della scelta!!!!!


Una delle ricette che più amo, sin da quando ero bambina, è quella delle Rame di Napoli...sarà per via del cioccolato fondente che le ricopre abbondantemente o del cuore al cacao, o del profumo ed il sapore leggermene speziato...non saprei dire con esattezza, fatto sta che il mix di ingredienti è talmente riuscito che rende questo dolce unico ed irripetibile...


RAME DI NAPOLI

INGREDIENTI

250 gr di farina "00" 
(per la versione senza glutine usare il mix di farine per dolci)
100 gr  di burro fuso
1 uovo
1/2 bustina di lievito
100 gr di zucchero semolato
200 ml di latte
50 gr di cacao amaro
4-5 chiodi di garofano (pestati al mortaio)
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaio di miele ai fiori d'arancio

per la copertura:
300 gr di cioccolato fondente di primissima qualità
pistacchi freschi (non salati) di Bronte


PROCEDIMENTO

Mescolate con un cucchiaio di legno tutti gli ingredienti, tranne il latte e la farina, dentro una capiente ciotola. Aggiungete, alternandoli, il latte e la farina a cucchiaiate, mescolando per amalgamare bene gli ingredienti.
Otterrete un composto scuro, cremoso e particolarmente profumato.
Disponete il composto a cucchiaiate su una placca da forno (o una teglia rivestita di carta da forno), formando dei mucchietti ben distanziati tra loro (in cottura raddoppieranno il volume) ed infornate a 170°C per 10-15 minuti. NOTA 1 : Devono risultare cotti all'interno ma non secchi.

Fondete i cioccolato al microonde o a bagnomaria e versatelo su ciascun "biscotto" ancora caldo. Spolverizzate con i pistacchi tritati e lasciate raffreddare.




NOTA 2: In realtà esistono innumerevoli versioni, ognuno aggiunge ciò che ama di più o che ha in casa in quel momento, dalla marmellata alle scorzette d'arancia candite....


Per la versione senza glutine realizzata da Sonia del blog La Cassata Celiaca
clicca qui.


A questo punto non mi resta che augurarvi buone feste e correre ad assaporare uno di questi deliziosi "biscotti"!!!!


A presto!