lunedì 1 febbraio 2016

Chiacchiere o Chiacchere di Carnevale



È la settimana più allegra e colorata dell'anno, soprattutto per chi ha bambini in giro per casa...ecco una ricetta da preparare insieme a loro (tranne la parte che riguarda la cottura) e da gustare in compagnia...
Buon Carnevale!!!


Ingredienti:

250 grammi di farina 00
80 grammi di zucchero
1 uovo intero + 1 tuorlo
25 grammi di burro morbido
mezzo bicchiere di liquore a piacere
la punta di un cucchiaino di lievito
un pizzico sale
 
inoltre:
altra farina (per infarinare il piano di lavoro)
olio di semi di arachidi (per friggere)
Cioccolato fondente e
zucchero a velo (per decorare)



Procedimento:

Disporre la farina, lo zucchero , il burro e le uova all'interno di una ciotola;
unire un pizzico di sale e cominciare a battere con una forchetta; unire il liquore (in questo caso ho usato del cognac, ma va bene anche del moscato, della grappa o del passito) e continuare ad amalgamare l’impasto;
trasferire l tutto sul piano di lavoro e continuare ad impastare formando un panetto (in alternativa versare tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria ed amalgamare bene utilizzando la frusta K).

Avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo almeno mezz’ora.

Una volta trascorso il tempo, dividere il panetto in due o tre pezzi e stendere col matterello la sfoglia molto sottile (in cottura gonfierà per via del lievito); ricavare delle strisce o dei rettangoli con un coltello o con la rotella dentellata;
friggere in olio caldo solamente pochi istanti per lato, rigirandole una volta ,e porle ad asciugare su carta assorbente;

Una volta fredde, potete decorarne una parte con ciocvolato fondemte fuso; spolverizzare con abbondante zucchero a velo da entrambi i lati e servire.



NOTA: poiché in attesa del proprio "turno di frittura" ogni chiacchiera tende ad un ritiro fisiologico (la pasta è abbastanza elastica), vi consiglio di ripassarle ancora una volta col mattarello, il più sottilmente possibile, prima di tuffarle nell'olio caldo. Risulteranno così più croccanti e meno spesse.


Buon divertimento!
CM





giovedì 28 gennaio 2016

Salame Turco ( Salame di Cioccolato) che passione...


È il dolce per eccellenza dell'infanzia...dell'adolescenza... 
quello che puoi preparare in qualunque momento ed in qualunque luogo perché è facile, veloce, non richiede cottura...è adatto ad ogni occasione (al pari del suo collega "Tiramisù"), è quello che ti fa provare la gioia di avere preparato per la prima volta con le tue mani qualcosa di così buono...è quello che ti fa sentire immediatamente grande...

Quante stupende sensazioni ne evoca il ricordo...

 

Unico inconveniente: contiene uova crude...
Mica roba da poco!
Vogliamo perdere la magia???
Ma no...validissime sostituzioni sono possibili per gustare in tutta sicurezza il nostro amato!!!! 
Vediamo quelle che ho provato per voi...


RICETTA TRADIZIONALE

Ingredienti:

300 g di biscotti secchi
100 g di zucchero semolato
150 g di burro morbido
200 g di cioccolato fondente
2 uova
2 cucchiai di ruhm
zucchero a velo per decorare

Metodo

Sbriciolate i biscotti grossolanamente; lavorate il burro con lo zucchero, aggiungete le uova il cioccolato fuso ormai freddo ed il ruhm; amalgamate il composto ed unite i biscotti sbriciolati; amalgamate bene il tutto, dividete l'impasto in due parti e ponete ciascuna parte su un foglio di carta forno che arrotolerete tutt'intorno, pressando bene per compattare e stringendo ai lati; ponete in frigo a rassodare per almeno un paio d'ore.
Al momento di servire srotolate la carta forno, tagliate a fette, cospargete di zucchero a velo e servite.




RICETTA n. 1 - SENZA UOVA

Ingredienti:

200 gr di biscotti secchi
130 gr di burro
100 gr di zucchero
70 gr di cacao amaro
70 gr di cioccolato fondente
70 gr di nocciole o altra frutta secca 
(in alternativa sostituite con 70 gr di biscotti secchi )
2 cucchiai di latte
zucchero a velo per decorare

Metodo:

Sbriciolate i biscotti grossolanamente; riunite in una terrina cacao, zucchero e nocciole; fondete a bagnomaria (o al microonde) il cioccolato con il burro e riunite tutti gli ingredienti in una capiente terrina. Amalgamate bene il composto aggiungendo al bisogno i due cucchiai di latte, dividete l'impasto in due parti e ponete ciascuna parte su un foglio di carta forno che arrotolerete tutt'intorno, pressando bene per compattare e stringendo ai lati; ponete in frigo a rassodare per almeno un paio d'ore.
Al momento di servire srotolate la carta forno, tagliate a fette, cospargete di zucchero a velo e servite.



RICETTA n. 2 - SENZA UOVA

Ingredienti:

300 gr di biscotti secchi
200 g di crema di latte (panna da montare)
200 g di cioccolato fondente
50 gr di nocciole o altra frutta secca 
(in alternativa sostituite con 50 gr di biscotti secchi )
2 cucchiai di liquore a piacere
zucchero a velo per decorare

Metodo:

Sbriciolate i biscotti grossolanamente; ponete sul fuoco a fiamma bassa la panna con il cioccolato tagliato a pezzetti e fate fondere, mescolando di tanto in tanto,senza arrivare mai a bollore; spegnete e lasciate raffreddare (avete così ottenuto una ganache al cioccolato fondente);
riunite in una terrina biscotti e nocciole ed unite la ganache fredda. Amalgamate bene il composto aggiungendo il liquore, dividete l'impasto in due parti e ponete ciascuna parte su un foglio di carta forno che arrotolerete tutt'intorno, pressando bene per compattare e stringendo ai lati; ponete in frigo a rassodare per almeno un paio d'ore.
Al momento di servire srotolate la carta forno, tagliate a fette, cospargete di zucchero a velo e servite.




RICETTA n. 3 - SENZA UOVA 
VARIANTE AL CIOCCOLATO BIANCO

Ingredienti:

300 gr di biscotti secchi allo zenzero (in alternativa utilizzate biscotti secchi tradizionali)
100 g di crema di latte (panna da montare)
300 g di cioccolato bianco
50 gr di nocciole o altra frutta secca o gocce di cioccolato
(in alternativa sostituite con 50 gr di biscotti secchi )
2 cucchiai di liquore a piacere
zucchero a velo per decorare

Metodo:

Sbriciolate i biscotti grossolanamente; ponete sul fuoco a fiamma bassa la panna con il cioccolato tagliato a pezzetti e fate fondere, mescolando di tanto in tanto,senza arrivare mai a bollore; spegnete e lasciate raffreddare (avete così ottenuto una ganache al cioccolato bianco);
riunite in una terrina biscotti e nocciole ed unite la ganache fredda. Amalgamate bene il composto aggiungendo il liquore, dividete l'impasto in due parti e ponete ciascuna parte su un foglio di carta forno che arrotolerete tutt'intorno, pressando bene per compattare e stringendo ai lati; ponete in frigo a rassodare per almeno un paio d'ore.
Al momento di servire srotolate la carta forno, tagliate a fette, cospargete di zucchero a velo e servite.




RICETTA n. 4 - SENZA UOVA 
VARIANTE ALLA CREMA DI PISTACCHI, DI MANDORLE O NUTELLA


Ingredienti:

300 gr di biscotti secchi 
400 gr di crema di pistacchi (in alternativa crema di mandorle, oppure Nutella) 
50 gr di nocciole o altra frutta secca 
(in alternativa sostituite con 50 gr di biscotti secchi )
2 cucchiai di liquore a piacere
zucchero a velo per decorare

Metodo:

Sbriciolate i biscotti grossolanamente; 
riunite in una terrina biscotti, nocciole e crema di pistacchi ( o di mandorle o Nutella) ed amalgamate bene il composto aggiungendo il liquore; dividete l'impasto in due parti e ponete ciascuna parte su un foglio di carta forno che arrotolerete tutt'intorno, pressando bene per compattare e stringendo ai lati; ponete in frigo a rassodare per almeno un paio d'ore.
Al momento di servire srotolate la carta forno, tagliate a fette, cospargete di zucchero a velo e servite.


Ricordatevi di assaggiare l'impasto durante la preparazione per poter adattare al vostro personale gusto le quantità degli ingredienti utilizzati. 
Potete inoltre personalizzare il vostro Salame di Cioccolata osando abbinamenti e accostamenti che più vi aggradano o che vi suggerisce la vostra fantasia.

Buon fine settimana!
CM

domenica 17 gennaio 2016

Ciambella al cioccolato e arance di Sicilia



Buon lunedì a tutti!
In questa fredda giornata di gennaio ho voluto provare per voi questa deliziosa "coccola" al cacao e arance...insuperabile se gustata tiepida perché sprigiona profumi e sapori avvolgenti...

Per la versione in bianco (senza cioccolato) puoi cliccare qui.

Ingredienti (stampo per ciambella diametro 24 cm):
200 gr cioccolato fondente (min. 45%)

200 ml olio di semi di arachidi
180-200  gr zucchero di canna 
200 ml succo di arance più la scorza grattugiata
2 uova piccole
250 gr farina integrale
1/2 bustina di lievito


Per decorare:

1 Arancia
2 Stecche di vaniglia 
Zucchero a velo




Metodo:

In un capiente tegame spezzettate il cioccolato, unite lo zucchero, due cucchiai di acqua e fate sciogliere a fiamma bassa mescolando continuamente. Togliete dal fuoco e lasciate  intiepidire il composto. Unite adesso l'olio, il succo delle arance,  la scorza grattugiata e amalgamate bene il tutto. Unite le uova precedentemente battute con una forchetta e poi la farina setacciata con il lievito incorporandola in due o tre volte. Non mescolate troppo il composto, non deve risultare perfettamente amalgamato. Versate in uno stampo per ciambella imburrato ed infarinato ed infornate a 170 gradi  centigradi per 45 minuti circa (per verificare la cottura fate la prova con uno stuzzicadenti). Lasciare raffreddare 10 minuti prima di sformare.




Per la decorazione:

Fate caramellare in forno a 200 gradi per pochi minuti una  arancia soda tagliata a fette sottili, disposte su una teglia rivestita in carta forno e spolverizzate con zucchero a velo con i semini prelevati dalle bacche di vaniglia.
Adagiate le fette sulla ciambella, spolverizzate con zucchero a velo e servite.



Buona settimana!!
CM


mercoledì 13 gennaio 2016

Torte in pasta di zucchero...ultime arrivate in famiglia!!!

Vi mostro le ultime torte realizzate di recente in famiglia, per la gioia dei più piccoli e grande soddisfazione degli adulti...

Realizzate interamente a mano in pasta di zucchero, con l'ausilio di supporti in polistirolo e nastri di raso.

- o -

La dolcissima Minnie e il suo intramontabile fiocco rosa


- o -


Gli inseparabili avventurieri Finn & Jake ed il simpatico piccolo robot BMo




- o -

Dal cartone animato Teen Titans Go ecco Cyborg e Stella Rubia

 


- o -


L' Intramontabile Spiderman



- o -

Un simpaticissimo Scienziato Pazzo ed il suo laboratorio




Infine vi lascio qualche dettaglio di personaggi e particolari delle torte.











Buona giornata
CM

mercoledì 6 gennaio 2016

Buon Anno Nuovo, Buona Befana e gli Amaretti fatti in casa


Anche se oggi è già la befana desidero lasciarvi il mio augurio di un sereno e promettente anno nuovo...sono sicura che tutto il buono ed il meglio deve ancora venire!!!


Vi lascio anche una ricetta velocissima, senza glutine e di recupero....quelle che più mi piacciono ;-)


 Amaretti fatti in casa 

Ingredienti: 

250 gr di mandorle (pelate e non)
100 gr di zucchero semolato 
50 gr di albumi
25 gr di maizena (se necessario)
Un pizzico di sale

Metodo:

Montate leggermente gli albumi col pizzico di sale; tritate al mixer le mandorle con lo zucchero, versatele negli albumi, unite la maizena (se necessario) e mescolate delicatamente. Fate riposare il composto in frigo, coperto con pellicola, almeno un paio d'ore. Formate dei mucchietti col composto su una placca da forno foderata, ben distanziati tra loro. Infornate a 160 gradi per 15-20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.
Si conservano per molto tempo in una scatola di latta.

P.S. Noi ne abbiamo decorati alcuni con cioccolato fondente fuso

Provateli con un espresso di ottima qualità!!




A presto!
CM


domenica 20 dicembre 2015

Tre idee per il Dessert Table di Natale - Buone Feste


Mancano solo cinque giorni a Natale e, come di consueto, vi lascio qualche ricetta per concludere in dolcezza il vostro pranzo delle feste...ricette facili, veloci e di grandissimo effetto scenico!!! Farete un figurone!!!

Qualche settimana fa ho avuto il piacere di provare alcuni dei prodotti Convivia (trovate un'accurata selezione di prodotti siciliani di qualità, preparati con cura e professionalità da mani esperte, sul sito www.convivia.it ) e sono rimasta, devo ammettere, piacevolmente sorpresa dalla bontà delle creme di mandorle e pistacchi...ritrovarsi ad affondare il cucchiaino ripetutamente nei barattoli e restare estasiati ha reso ampiamente superata la prova "degustazione"!!!

Così ho pensato di utilizzare queste creme nei miei dolci e stupire, ancora una volta, i miei ospiti...
Io vi lascio allora le ricette, voi provate, elaborate, sperimentate e ideate il vostro dessert di Natale!

 - ☆ -


Ingredienti per 8 persone:

400 gr di Pan di Spagna*
500 gr di crema pasticcera*
300 ml disciroppo di zucchero 
220 gr di crema di pistacchi Convivia 
250 ml di panna fresca (da montare)
150 gr di pistacchi di Bronte

Metodo: 

Mescolate la crema di pistacchi alla crema pasticcera amalgamando bene le due creme;
tagliate in due strati il Pan di Spagna, bagnate a piacimento il primo strato e farcite con la crema (utilizzando un cerchio d'acciaio da pasticceria); ricoprite col secondo strato, bagnate, sigillate con pellicola e ponete in frigo per otto ore.
Sformate e decorate con panna montata e pistacchi di Bronte tagliati grossolanamente con il coltello.

* trovate le ricette del Pan di Spagna e della Crema Pasticcera nella pagina "Preparazioni di base e Ricette" in questo Blog.



- ☆ -


Ingredienti per 8 persone:

400 gr di Pan di Spagna*
500 gr di crema pasticcera*
300 ml disciroppo di zucchero
succo di una grossa arancia 
220 gr di crema di mandorle  Convivia 
150 ml di ognuna fresca (da montare)
150 gr di cioccolato fondente
frutta fresca di stagione per decorare

Metodo: 

Mescolate la crema di mandorle alla crema pasticcera amalgamando bene le due creme;mescolate lo sciroppo di zucchero con il succo d'arancia;
tagliate in due strati il Pan di Spagna, bagnate a piacimento il primo strato e farcite con la crema (utilizzando un cerchio d'acciaio da pasticceria); ricoprite col secondo strato, bagnate, sigillate con pellicola e ponete in frigo per otto ore.
Sformate e decorate con panna montata, cioccolato fuso e frutta fresca di stagione. 


* trovate le ricette del Pan di Spagna e della Crema Pasticcera nella pagina "Preparazioni di base e Ricette" in questo Blog.


- ☆ -

(senza uova crude)


Ingredienti per 8 persone:

400 gr di Pan di Spagna*
500 gr di crema pasticcera*
300 ml disciroppo di zucchero
4 caffè  ristretti, freddi, non zuccherati
220 gr di crema di mandorle Convivia 
cacao amaro per decorare

Metodo: 

Mescolate la crema di mandorle alla crema pasticcera amalgamando bene le due creme; unite i caffè allo sciroppo di zucchero e mescolate delicatamente;
tagliate in due strati il Pan di Spagna, bagnate a piacimento il primo strato e farcite con la crema (utilizzando un cerchio d'acciaio da pasticceria); ricoprite col secondo strato, bagnate, sigillate con pellicola e ponete in frigo per otto ore.
Sformate e decorate con abbondante cacao amaro.


* trovate le ricette del Pan di Spagna e della Crema Pasticcera nella pagina "Preparazioni di base e Ricette" in questo Blog.




A questo punto non mi resta che salutarvi e ringraziarvi per il vostro affetto. Ringrazio anche Convivia per la disponibilità e cordialità ed auguro a voi tutti uno splendido Natale ed uno sfavillante Anno Nuovo!
Auguri

CM

giovedì 17 dicembre 2015

Impacchettiamo i regali? - La scatolina "fai da te"


Mancano appena sette giorni a Natale e tra le tantissime idee che si trovano sul web (fonte d'ispirazione infinita...) in questo periodo, ho pensato ad una soluzione a mio avviso  carinissima ed economica per impacchettare piccoli pensieri... 
Solitamente nei periodi festivi la mia cucina è in pieno fermento; si inforna e si sforna a più non posso, e con l'arrivo delle tanto attese vacanze si preparano tutti i tipi di dolcetti e biscotti natalizi da regalare ad amici e parenti...sia grandi che piccini, ovviamente con il prezioso aiuto dei miei bimbi!!!

Ecco allora un tutorial facilissimo per confezionare delle graziose scatoline porta-dolcetti, realizzate a costo zero perché si utilizza tutto ciò che si trova già in casa...
Non ci credete?
Date un'occhiata qui sotto, allora!!!! 

Occorrente:

- Piattini di cartoncino (varie misure)
- Centrini di carta  (varie misure)
- Forbici, colla, nastro adesivo, cucitrice
- Cordoncino o spago 
- Paglia decorativa o rafia

Istruzioni:

1- occorrente
2- tagliate il piattino ai quattro angoli
3- capovolgete il piattino e ripiegate i lembi come in foto
4- unite le parti combacianti con i punti metallici
5- fissate ai bordi col nastro adesivo 
6- prendete un centrino di carta di adeguata misura e tagliate in corrispondenza degli angoli della scatolina
7- ripiegate i bordi
8- incollate al centro della scatolina. Inserite la paglia decorativa.
Adesso potete sistemare all'interno i vostri dolcetti.


A questo punto potete creare una seconda scatolina per ottenere il coperchio.
Di seguito trovate il procedimento per creare una scatolina con il disegno all'interno invece che all'esterno.

1- occorrente
2- dopo aver effettuato i tagli unire i lembi con la cucitrice senza capovolgere il piattino; fissate ai bordi col nastro adesivo
3- adagiate la scatolina sul centrino di carta 
4- incollare il centrino, ripiegando i bordi, sui lati della scatola
5- capovolgete la scatolina così ottenuta ed incastratela sulla precedente. Legate con lo spago.


Naturalmente potete sbizzarrirvi con piattini di  fantasie e colori che più vi piacciono ( in queste foto ho usato dei piattini avanzati da una festa ), acquistandone di nuovi o riutilizzandone di vecchi...


Potete abbellire i vostri pacchetti con decorazioni natalizie, rametti freschi o secchi, bacche, pigne, fiori oppure etichette in cartoncino realizzate a mano...insomma, c'è davvero l'imbarazzo della scelta!!!

In questa foto ho usato una piccola pigna ed un campanellino, ma le possibilità sono davvero infinite...



A questo punto non mi resta che salutarvi ed augurarvi di trascorrere presto un pomeriggio con i vostri bambini a realizzare queste adorabili scatoline!!!

Vi abbraccio 
CM

mercoledì 9 dicembre 2015

Sablè alla vaniglia


Di Pasta Frolla ne esistono innumerevoli versioni, basta sfogliare qualche ricetta per rendersene conto... Non tutti sanno, però, che ogni ricetta è specifica per un determinato tipo di preparazione. Gli ingredienti  sono sempre gli stessi, ma variandone il rapporto si ottengono consistenze differenti. 

È proprio il caso di questa Pasta Sablè, o Pasta Frolla montata, che con la sua friabilitá e scioglievolezza non teme confronti...

Adatta alla realizzazione di biscotti e paste da tea, si presta pure a diventare un friabile guscio per crostate dal ripieno non troppo umido.

La sua peculiarità è il metodo di lavorazione e l'utilizzo del sàc a poche per la sua stesura.


Ingredienti:

250 gr di burro a temperatura ambiente 
125-150 gr di zucchero a velo
2 uova medie
1 bacca di vaniglia (o estratto di vaniglia, o vanillina)
1 pizzico di sale
300 gr di farina 00

Metodo:

Montate a crema il burro con lo zucchero a velo (in planetaria montare per almeno 10 minuti alla massima velocità , con le fruste elettriche raddoppiare i tempi) avendo cura di interrompere il processo per raccogliere con una spatola il burro che si depositerá sui bordi della ciotola. Unite un uovo alla volta, abbassando la velocità, il sale la vaniglia ed amalgamate bene il tutto.
Sganciate la ciotola ed unite la farina setacciata incorporandola manualmente con una spatola. La consistenza sarà simile ad una crema dura.
Riempite una tasca da pasticcere con il beccuccio a stella e spremete il composto su una placca da forno rivestita, cercando di realizzare forme semplici e della stessa dimensione.
Fate riposare in frigo per almeno tre ore, ed infornate a 170-180 gradi per 10-12 minuti (in base al vostro forno). Fate attenzione a non fare scurire troppo i biscotti e a non bruciarne i bordi. Regolate di conseguenza la temperatura e la posizione della teglia in forno.
Fate raffreddare completamente.
Decorate a piacere.


Note:

- anche se la quantità di burro presente vi sembra eccessiva, ricordate che è  proprio esso a conferire la friabilitá
- se decorerete i biscotti con zucchero a velo o cioccolato bianco vi consiglio di utilizzare la dose minima di zucchero nell'impasto
- non omettete il pizzico di sale perché ne esalterá la dolcezza 
- per velocizzare i tempi di riposo potete mettere la teglia in freezer per 20 minuti
- il riposo (in frigo o in freezer secondo i tempi previsti) è  fondamentale e serve sia a mantenere la forma una volta in forno, sia a creare uno shock termico al biscotto che ne acquisterà in friabilitá 
- i biscotti si conservano per lungo tempo all'interno di una scatola di latta

- potete sostituire la farina di grano tenero con un mix di farine senza glutine (in questo caso prestate attenzione anche a tutti gli altri ingredienti) per un biscotto in versione gluten free



Buona giornata!
CM

mercoledì 25 novembre 2015

Ciambella al cacao (senza uova, senza burro) al profumo di cannella


Ormai abbiamo capito che è possibile preparare un dolce gustoso e sano anche se in casa non abbiamo tutti gli ingredienti fondamentali...sarà capitato sicuramente anche a voi di non avere uova o burro sufficienti per preparare un dolce per i vostri bambini,  e di avere dunque optato per una merendina confezionata! 

Oppure per motivi di salute (intolleranze o allergie) avete evitato di assaggiare la torta ad una festa di compleanno...

Potrebbe pure succedere di avere delle banane, non consumate, che presto diventano nere ed alla fine vengono gettate via (che peccato!) proprio perché non sappiamo come utilizzarle...

Fortunatamente arriva in vostro aiuto la ricetta giusta e voi vi sentirete davvero soddisfatti!!!
Volete provare? 


Ingredienti:

1 grossa  banana molto matura
150-160 gr di zucchero
1 bicchiere di acqua tiepida
170 gr di yogurt bianco
230 gr di farina
30 gr di cacao
1/2 bustina di lievito
1 cucchiaino di cannella 

zucchero a velo per decorare


Metodo:

Frullate la banana con lo zucchero e con l'acqua; versate in una ciotola ed unire lo yogurt amalgamando con una frusta a mano.
Setacciatevi sopra farina, lievito, cacao e cannella e mescolate delicatamente il composto (non serve amalgamare troppo l'impasto, lasciate pure qualche grumo).
Versate in uno stampo a ciambella da 26 cm circa ed infornate a 180 gradi per 40 minuti (prova stuzzicadenti).

Sfornate e lasciate intiepidire. Capovolgete sul piatto da portata e spolverizzate con zucchero a velo. 


Note: 

- La ciambella si mantiene umida per via della banana, quindi necessiterà di qualche minuto di cottura in più rispetto ad una ciambella tradizionale. Per tale motivo è consigliabile utilizzare proprio uno stampo a ciambella, altrimenti l'impasto  rimarrebbe crudo al centro. 

- Se vi piace il sapore della banana, potete omettere la cannella che, viceversa,  serve (a mio avviso) proprio per coprirne il sapore. 

- È possibile prepararla con anticipo (conservatela possibilmente sotto una cloche di vetro) perché rimane morbida più a lungo rispetto alla tradizionale. 

Buona giornata!
CM

venerdì 6 novembre 2015

Antiche Tradizioni Siciliane - La Cotognata


La cotognata è un dolce dalla consistenza gelatinosa a base di un particolare tipo di mela: la mela cotogna.
Diffusa in tutta la Spagna, Portogallo, Israele ma soprattutto in America Latina, è arrivata in Sicilia come risultato della dominazione aragonese. 
La mela cotogna somiglia nella forma a mele e pere, ma non ne è un incrocio; è una pianta distinta vera e propria, anche se fa parte della stessa famiglia. 
É un frutto sostanzioso, che in Italia è quasi dimenticato. Non si dedicano alla sua coltivazione più di 100 ettari, e il suo profumo invade i banchi della frutta solo per un periodo limitato, da ottobre a novembre.


Conosciuto sin dagli Antichi Greci come Catone, Virgilio e Plinio il Vecchio, che lo citarono nelle loro produzioni, il pomo del cotogno veniva considerato frutto caro ad Afrodite[...].
Coltivata già 4.000 anni fa dai Babilonesi, questa pianta è originaria dell’Asia Minore, e in particolare delle zone del Mar Caspio, dove sorge, ancor oggi, spontanea. 
I Romani e i Greci le mangiavano crude col miele oppure ne facevano un gustoso sidro. La polpa, se masticata, veniva consigliata anche come antiveleno; mentre le sue proprietà di medicinale astringente vennero sfruttate soprattutto nell’Antica Grecia e nel Medioevo.
(Fonte: Siciliafan.it)


Come alcuni dei frutti appartenenti alla famiglia delle Rosacee, è ricca di vitamina A, C e vitamine del gruppo B, nonché della vitamina PP; contiene pochi zuccheri, ma molte fibre. 
Grazie al suo elevato contenuto di pectina, le mele cotogne si prestano molto bene a diventare gelatine o a essere ridotte in marmellata.

Ingredienti:

4 mele cotogne (1,3 kg circa)
1 kg di zucchero circa
Succo di quattro grossi limoni
Sole della Sicilia


1- Pulite le mele cotogne con la parte ruvida di una spugna per piatti in modo da togliere tutta la peluria. Lavate ed asciugate bene le mele. Tagliatele a cubetti con tutta la buccia avendo cura di strofinarle con mezzo limone per non farle annerire (in alternativa potete metterle a bagno in un recipiente con acqua acidulata).
2- Ponete in una casseruola con il succo di due limoni. Fate cuocere a fuoco medio- basso finché le mele non risultano spappolate (il tempo dipende dalla dimensione dei cubetti di mela, più sono piccoli meno tempo occorrá).
3-4-5- Trascorso il tempo frullate col mixer ad immersione fino ad ottenere una purea liscia e vellutata.
6- Pesate la purea ottenuta ed unite pari peso di zucchero ( in questo caso 900 grammi).
7- Ponete di nuovo sul fuoco e fate cuocere ancora un quarto d'ora a fiamma bassa, mescolando con cura per non farla attaccare sul fondo della casseruola. Cinque minuti prima di spegnere il fuoco unite il succo dei rimanenti limoni.

8- Preparate le vostre formine inumidendole un poco con acqua.
9-10- Versate il composto dando alle forme un certo spessore e lasciate asciugare.
11- Il giorno successivo sformate e ponete al sole ad asciugare, coperte con una zanzariera, fino alla consistenza che preferite. Più la essiccherete più si formerà una crosticina dura ed opaca sulla superficie. L'interno rimarrà più morbido.

Nota: La cotognata perfettamente essiccata si conserva per tutto l'inverno.
Nota 2: potete anche tagliarla a cubetti che passerete nello zucchero semolato per ottenere delle caramelle gelee deliziose e sane da offrire ai vostri bambini.

Il profumo di questa preparazione, intenso e aromatico, mi riporta immediatamente alla mia infanzia e alle mani di mia nonna paterna, che adoravo guardare immersa anche in questa (tra tante altre) routine...
A lei dedico questo post portandola sempre nel mio cuore.
Le formelle di terracotta sono quelle originali, tipicamente siciliane, realizzate a mano, utilizzate per la preparazione di mostarda e cotognata nel secolo scorso in Sicilia.

Buona domenica.
CM