giovedì 8 novembre 2018

Sicilia nel piatto


Di stagione nei mesi autunnali in Sicilia si trova sui banchi del pesce la Lampuga, meglio conosciuta come "capone". 
Un secondo di pesce veloce, saporito e ricco di Omega 3, contenuti principalmente nel pesce azzurro.
Oggi abbiniamo il capone ai pomodorini di Pachino ed ai capperi di Pantelleria per un'esplosione di odori e sapori che ci riporta immediatamente tra gli scogli delle coste siciliane!


Ingredienti per 4 persone

1,2 kg di filetti di capone
Olio extra vergine di oliva
Una decina di pomodorini di pachino
Uno spicchio d'aglio
Prezzemolo, origano
Capperi di Pantelleria
Olive "cunzate"
Mezzo bicchiere di vino bianco
Sale


Metodo

In una casseruola bassa e larga poniamo olio, aglio, gambi di prezzemolo e facciamo soffriggere.
Poniamo i filetti dalla parte della pelle e facciamo dorare. Sfumiamo con il vino bianco, uniamo i pomodorini tagliati a metà, i capperi lavati sotto l'acqua corrente e le olive. Giriamo i filetti, aggiustiamo di sale da entrambi i lati, giriamo nuovamente e copriamo col coperchio. 


Abbassiamo la fiamma e portiamo a cottura. Basteranno dieci minuti. 
Infine uniamo origano e prezzemolo tritato finemente.


Buon appetito! 
CM

domenica 22 aprile 2018

Cream Tart, la torta del momento!!!


È la torta del momento, impazza sul web conquistando consensi a non finire.... è bella, allegra colorata e anche buona!! 
Cosa chiedere di più?

Allora proviamo a farla insieme!


Io ho usato una frolla per la base ed una crema al mascarpone, ed il risultato è molto simile ad una cheesecake. 

Volendo variare, come base si può utilizzare anche un Pan di Spagna, una Daquoise, una Sponge cake oppure una Pasta Sfoglia.

La crema, invece, deve avere una certa "consistenza" per sostenere il peso dello strato superiore, quindi una crema al burro o una ganache possono tranquillamente sostituire la crema al mascarpone.  


Ingredienti

Per la frolla:
350 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito
1 uovo intero
150 gr di burro
140 gr di zucchero semolato 
un pizzico di sale

Per la crema:
200 gr di mascarpone 
200 gr di panna fresca
50 gr di zucchero a velo
estratto di vaniglia 

Per la decorate:
Frutta fresca
Mini meringhe
Fiorellini edibili
Zucchero a velo 


Metodo

Preparate la frolla: in una ciotola riunite tutti gli ingredienti e lavorate velocemente fino a formare un panetto; avvolgere nella pellicola trasparente e mettere in frigo per un paio d'ore.
Stendere la frolla fino a raggiungere uno spessore di 2-3 mm e ritagliare la forma che vi interessa per due volte  (io ho usato uno stampabile preso da internet sul sito www.coloringprintables.net); bucherellate con una forchetta e infornate a 180° per 12-15 minuti fino a cottura. Fate raffreddare completamente. 
Preparate la crema al mascarpone: montate la panna ben fredda con lo zucchero a velo. Unite il mascarpone mescolando delicatamente per non smontare il composto, e qualche goccia di estratto di vaniglia (o altro aroma a piacere).
Trasferite una delle due basi di frolla sul piatto da portata  (mettete un po' di crema tra la frolla ed il piatto, per evitare che la torta voli via quando la trasportetete) e trasferite la crema all'interno di una sac-a-poche dalla bocca liscia.


 Formate dei ciuffetti di crema sulla base di frolla, adagiate al di sopra la seconda base e ricoprite anche questa con ciuffetti di crema.
Procedete con la decorazione. Io ho usato fragole, mirtilli, mini meringhe bianche e rosa e fiorellini freschi. Infine spolverizzate con zucchero a velo. 


Conservate in frigo per almeno 4 ore, in maniera tale da far ammorbidire la frolla.
Potete anche prepararla con un giorno di anticipo e conservarla in frigo sotto una cloche, proprio come una cheesecake!


Sostituendo 35 grammi di farina con altrettanti di cacao otterrete una frolla al cioccolato.
Variando l'aroma all'interno della crema otterrete infinite varianti... sbizarritevi a trovare la combinazione perfetta!!!


A presto!
CM

giovedì 1 marzo 2018

Pasta frolla velocissima (senza riposo)


Oggi realizzeremo una pasta frolla senza burro, velocissima da fare e che non necessita del tradizionale tempo di riposo in frigo. Ciò é possibile perché abbiamo sostituito il burro con l'olio di semi, quindi non è necessario fare il passaggio in frigo.

Una volta impastata è subito pronta da stendere.

Ingredienti

300 gr farina 00
1 cucchiaino lievito
1 uovo intero + 1 tuorlo
80 gr zucchero semolato
120 ml olio semi
1 pizzico sale
Aroma a piacere

Metodo

In una capiente ciotola battete le uova con lo zucchero, l'olio, il pizzico di sale e l'aroma.

Unite a cucchiaiate la farina con il lievito e lavorate con le mani direttamente nella ciotola.
Quando il composto risulta compatto ed elastico, trasferitelo tra due fogli di carta forno e stendetelo col mattarello.


La frolla non necessita riposo e risulta notevolmente elastica e lavorabile fin da subito.

~

Adesso utilizzeremo questa frolla  per fare delle crostatine ripiene.




Ingredienti

-Pasta frolla velocissima


Ingredienti per il ripieno

- Nutella
- marmellata 
- crema di ricotta
-zucchero a velo per decorare


Metodo

Imburrate lo stampo da 12 cupcakes; con un copapasta ricavate 12 cerchi di pasta frolla; disponeteli all'interno degli alloggiamenti; buchetellate il fondo con i rebbi di una forchetta; riempiteli con la nutella, la marmellata, la crema di ricotta oppure con ciò che più vi aggrada.



Con la frolla rimasta ricavate la copertura per le vostre crostatine.


In questo caso ho ricavato dei cerchi e delle strisce, creando i decori che vedete in foto qui sotto. Picchettate i bordi con una forchetta.


Infornate a 175°C per dieci-dodici minuti circa, avendo cura di non farle scurite troppo... le crostatine devono risultare bianche o leggermente dorate. Lasciate intiepidire, sformate e spolverizzate con zucchero a velo.


Gustate ancora tiepide le vostre crostatine ripiene!



Buon appetito!
CM

domenica 25 febbraio 2018

Filetto di maiale in crosta

Ingredienti:

Pasta brisee o sfoglia
1 rettangolo

Filetto di maiale 
500 gr 

Pancetta dolce 
100 gr

Senape di Digione 
2-3 cucchiaini 

Olio extravergine d'oliva, sale fino, pepe nero 
q.b.

Rosmarino 
2 rametti

Aglio 
1-2 spicchi

Latte per spennellare
q.b.

Metodo

Dopo aver legato il filetto con lo spago da cucina per non far perdere la forma, rosolarlo in una padella con olio, aglio e rosmarino. Sigillare bene da tutti i lati, facendo attenzione a non bucare la carne,  spegnere il fuoco, salare, pepare  e lasciare raffreddare.



Una volta freddo eliminare lo spago da cucina  e spalmare la superficie con la senape. Srotolare la pasta brisee, adagiarvi prima la pancetta ed in seguito il filetto di maiale.
Arrotolare la pancetta sul filetto e chiudere il rotolo. 



Incidere la superficie con un coltellino. Con i ritagli di brisee creare le decorazioni. Spennellare col latte.

Infornare in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti. Sfornare e lasciare riposare.


Trasferire su piatto da portata intero oppure tagliato a fette. Servire con il contorno che più vi piace. 
Provate con una fresca insalata verde mista con finocchi e arance.

Un classico intramontabile, ideale per il pranzo della domenica o per qualunque altra occasione.


Buon appetito!
CM

sabato 30 dicembre 2017

Se la Sicilia incontra il sushi...


Mi piace l'idea del sushi, labbinamento del riso con le proteine e quei deliziosi bocconi colorati...ma vi confesso, e risulteró probabilmente impopolare, che il pesce crudo e alcuni tipi di alghe proprio non riesco a mangiarli...per non parlare della salsa di soia...la trovo troppo salata...lo so, è un mio limite e lo riconosco, però non c'è nulla da fare: al sushi vero e proprio dico no!

Allora perché un post sul sushi?

Perché in fondo nessuno ci vieta di utilizzare gli ingredienti che più ci piacciono e creare un piatto davvero divertente!
 
BROCCOLI AFFOGATI SUSHI

Ingredienti 
Per 4 persone

600 gr di cimette piccole di broccoli freschissimi
2 cipolline nuove
4-6 olive nere
3 bicchieri di vino rosso
250 gr di riso 
750 ml di brodo
Sale
Olio extra vergine d'oliva 

Per la riduzione di vino rosso:
2 bicchieri di vino rosso di ottima qualità 
2 cucchiai di zucchero 



Metodo 

Lavate le cimette di broccolo sotto un getto d'acqua fredda, riducendole tutte della stessa dimensione. Utilizzare pure le foglie più piccole e tenere. 
Fate rosolare la cipollina fresca in una padella con l'olio, unite le cimette e le foglie di broccolo disposte ordinatamente, le olive private del nocciolo e ridotte in filetti e fate rosolare per qualche minuto. Irrorate ("affogate") col vino rosso e fate sfumare.


Coprite e abbassate la fiamma. Fate cuocere per 20 minuti circa, senza mescolare per non rompere le cimette. Salare leggermente.
Spegnere e lasciare raffreddare con il coperchio.

Intanto cuocete il riso nel triplo del suo peso di brodo (o in acqua). Una volta assorbito tutto il liquido togliere dal fuoco e fare raffreddare.

Togliete dal tegame le cimette e le foglie che distenderete facendo attenzione a non romperle.

Nella  stessa pentola fate ridurre a fiamma bassa il vino rosso con lo zucchero, fino ad ottenere uno sciroppo denso. Fare raffreddare e tenere da parte.


A questo punto sbizarritevi a comporre il vostro piatto con le cimette di broccolo ed il riso, i gambi e le foglie del broccolo. Mettete un po' di riso dentro le foglie e arrotolatele come se fosse un involtino.


Servite  la riduzione di vino rosso in una ciotolina a parte, oppure versandone qualche goccia sui piatti.


I sapori sono decisi, quindi non abbondate con il sale.

CM

sabato 28 ottobre 2017

Marmellata di melagrane



La melagrana è un frutto dalle straordinarie proprietà:

ricco di potenti antiossidanti che aiutano la rigenerazione cellulare, a prevenire le malattie cardiache,  a ridurre il rischio di cancro al seno e a mantenere le ossa forti.
Può aiutarti a risolvere i tuoi sbalzi d'umore, ad esfoliare la pelle e a proteggerla contro i danni causati dai raggi UV. Protegge inoltre il tuo cervello e ti manterrà giovane! 

Quindi perché non utilizzarlo in questa stagione?

A me piace gustarlo in purezza, ma oggi lo utilizzeremo per preparare una marmellata!

Ingredienti
(dose per un vasetto da 300-350 gr)


due grosse melagrane (circa 1 kg)
una grossa mela verde
due cucchiai di zucchero semolato


NOTA 1: se la mela verde e le melagrane dovessero essere troppo aspre, aggiungere ancora un cucchiaio di zucchero



Metodo

Sgranare le melagrane, frullarne i semi e filtrarne il succo in un pentolino. 
Aggiungere lo zucchero e portare a bollore. 
Poiché il succo di melagrana non contiene pectina (addensante) unite la mela verde ben lavata, privata del torsolo e tagliata a dadini con tutta la buccia. 




Non appena la mela risulterà cotta, frullate il composto e rimettete sul fuoco fino a quando non risulterà della giusta consistenza.




Versate la marmellata in un vasetto di vetro e lasciate raffreddare.
 La vostra marmellata è pronta per essere gustata a colazione sul pane o fette biscottate, all'interno di dolci o crostate oppure accompagnata a formaggi stagionati o arrosti di carne.

NOTA 2: la conservazione delle marmellate prevede la sterilizzazione dei vasetti sia prima che dopo il riempimento. Se la usate, come me, entro uno o due giorni potete tenere il prodotto in frigorifero.




Buon appetito!
CM



lunedì 18 settembre 2017

Pasta frolla nel sacchetto



Attenzione, mamme!!!  Trucchetto in arrivo...
Volete preparare dei biscotti, ma non volete sporcare il piano di lavoro della cucina? 
Volete farlo insieme ai vostri bambini, ma vorreste evitare disastri? 
Non vi va di impastare con le mani perché non le volete sporcare?  Il vostro robot da cucina è fuori uso o non lo avete a portata di mano?
Niente paura...da oggi tutto questo è possibile!!!
Provate la mia nuova invezione (nata fondamentalmente 
 per caso...o, meglio, per errore!): cookie dough in a bag!


Per fare la pasta frolla

Ingredienti
(puoi usare la tua ricetta preferita)

350 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito
1 uovo intero
150 gr di burro
140 gr di zucchero semolato 
un pizzico di sale
1 o 2 sacchetti di plastica per alimenti

Metodo:
Metti tutti gli ingredienti all'interno di un sacchetto per alimenti abbastanza grande da contenerli comodamente (se il sacchetto non fosse abbastanza resistente puoi utilizzarne due, uno dentro l'altro) come nella foto 1. Chiudi bene il sacchetto dopo aver fatto fuoriuscire tutta  l'aria (foto 2). Adesso impasta velocemente gli ingredienti, girando più volte il sacchetto,  fin quando non saranno ben amalgamati (foto 3). Ricorda che la pasta frolla necessita di una lavorazione breve, quindi riponi il sacchetto in frigo a rassodare per almeno mezz'ora (foto 4).


Stendi la pasta (tra due fogli di carta forno) dello spessore di mezzo centimetro, ritaglia i biscotti (in questo caso abbiamo ricavato delle ciambelle utilizzando dei tagliabiscotti tondi di diverse misure) e cuocili in forno a 175 °C per 15 minuti, finché non saranno appena dorati. Fai raffreddare completamente prima di procedere con la decorazione. 



Una volta freddi, sbizzarritevi nella decorazione insieme ai vostri cuccioli!!

Noi abbiamo utilizzato la glassa al cioccolato, ottenuta fondendo al microonde del cioccolato fondente, e degli zuccherini colorati.


Se non vi piace il cioccolato potete utilizzare la glassa di zucchero (mescolate 125 gr di zucchero a velo con due o tre cucchiaini di acqua o succo di limone) bianca o colorata a piacimento  con i coloranti alimentari... e non dimenticate gli zuccherini per un effetto Donuts impeccabile !!!


Potete anche utilizzarla per preparare una crostata di frutta, alla crema, al cioccolato o alla marmellata. 

Potete conservare la pasta frolla nel sacchetto in frigo per un paio di giorni oppure  in freezer. Vi basterà tirarla fuori un paio d'ore prima di utilizzarla per farla ammorbidire.


Con un barattolo di marmellata e la vostra dose di pasta frolla nel sacchetto potrete facilmente preparare questa crostata alla marmellata.

Infornate a 170 gradi per circa 25 minuti. Lasciate raffreddare, sformate su piatto da portata e cospargete di zucchero a velo.


Buon lavoro!
CM

giovedì 27 luglio 2017

Paella de Marisco (Paella ai frutti di mare)


Tipico piatto della tradizione spagnola, esiste in numerose varianti. La paella de marisco è originaria della zona di Valencia e dintorni. Tra  tutte è quella che preferisco di più e che mi piace cucinare in diretta, davanti ai miei ospiti!
La preparazione sembrerebbe complessa, in realtà si tratta di un susseguirsi di preparazioni veloci e adatte ad essere condivise tra una chiacchera ed un bicchiere di vino...
Volete provare?


Ingredienti per 4 persone:
400 g di riso Arborio o Carnaroli
1,2 l di fumetto di pesce
4 Calamari tagliati ad anelli
300 g di gamberetti
8 gamberoni imperiali
8 gamberoni rossi
800 g di cozze
150 gr passata di pomodoro
1 peperone rosso
200 g di piselli
1 bustina di zafferano
4-5 spicchi d’aglio
prezzemolo, olio , sale q.b.
Per il Fumetto di pesce:
1,5 l di acqua, teste e scarti  dei gamberi
Sedano, carota, cipolla, gambi del prezzemolo, olio, vino bianco.


Metodo:
1. Preparare il fumetto ponendo in una casseruola olio, aglio, gli scarti dei crostacei (tenetene alcuni da parte interi per la decorazione finale) e le verdure. Fare soffriggere e sfumare con un bicchiere di vino bianco. Regolare di sale ed unire l'acqua. Portare a bollore e continuare la cottura per 15 min. Filtrare e prelevare esattamente 1,2 l di brodo (3 volte il peso del riso, ovvero 1200 gr di brodo) e tenere in caldo. Nota: il brodo deve essere adeguatamente sapido, poiché non aggiungerete altro sale durante la cottura del riso.


2. Preparare le cozze ponendole (perfettamente ripulite  dalle barbe e dalle incrostazioni) in una larga casseruola a fiamma viva con olio, prezzemolo e aglio. Sfumare con vino bianco e coprire, fino a quando non saranno aperte. Salare e fare intiepidire. Sgusciare i frutti di mare, tenendone da parte una decina per la decorazione finale. Tenete da parte  anche il brodo delle cozze (opportunamente filtrato).


3. Nella Peallera (padella di ferro larga e bassa con due manici, tipica della tradizione culinaria spagnola) porre aglio e olio e fare saltare velocemente prima i gamberetti e poi i gamberoni. Tenete da parte. Fate, infine, soffriggere velocemente i calamari (puliti e tagliati ad anelli), sfumare cm vino bianco ed unire la passata di pomodoro, il brodo delle cozze ed il sale. Fare cuocere a fiamma media per 15 minuti (aggiungendo un mestolo di brodo quando necessario) e alla fine regolare di sale.
4. A questo punto versate a pioggia il riso ed il brodo bollente. Unire la bustina di zafferano. Attenzione: rispettare pedissequamente le dosi in questa fase; il brodo deve essere tre volte il peso del riso (400 gr di riso/ 1200 gr di brodo). Girare velocemente il riso solo in questa fase. Unire i piselli, il peperone tagliato a dadini, le cozze ed i gamberetti sgusciati distribuendoli uniformemente. Da questo momento non toccare più il riso. Continuare la cottura per 15-18 minuti. A metà cottura disponete sulla superficie i gamberoni e le cozze col guscio che avevate tenuto da parte, creando una decorazione piuttosto simmetrica.


5. Terminato il tempo di cottura ( il brodo deve risultare completamente assorbito) spegnere la fiamma e fare riposare per 10 minuti. Spolverizzate con prezzemolo finemente tritato e servite in tavola direttamente nella paellera. Condire la vostra porzione con succo di limoni spremuto sul momento, alla maniera valenciana!!!

Buon appetito!
CM